Ultimi aggiornamenti in merito al coronavirus Ultimi aggiornamenti in merito al coronavirus

Australasia Crociere

Australasia - Offerte

Crociere in Australasia

Australasia è il termine utilizzato per indicare la regione intermedia dell’Oceania, comprendente Australia, Nuova Zelanda e le vicine isole dell’Oceano Pacifico. Questa definizione, coniata da Charles de Brosses nel lontano 1756, deriva dal latino e significa "Asia del sud".

L’Australia è l’isola più grande del mondo e il continente più piccolo. La sua superficie è estesa quasi quanto la Cina o il Canada, dando origine a una molteplicità di paesaggi assai variegati tra loro e a una enorme ricchezza culturale. Dall’arido deserto del Tanami alla Grande barriera corallina: questo posto non cesserà mai di stupirvi.

Anche la Nuova Zelanda non è da meno. Costituita da due grandi isole, l’Isola del nord e l’Isola del sud, è un Paese che si distingue per la sua natura incontaminata e selvaggia. Grazie ai suoi panorami da togliere il fiato, è stata scelta come set per girare la celeberrima trilogia de "Il Signore degli Anelli". I fan più accaniti potranno valutare l’idea di prendere parte a emozionanti tour organizzati!

Un viaggio in queste terre è veramente l’avventura di una vita. E voi siete pronti a partire per una crociera in Australasia?

Quanto visitare l’Australia e la Nuova Zelanda

La prima precisazione da farsi è che l’Australia è collocata nell’emisfero australe, il che implica che le stagioni siano inverse rispetto a quelle italiane: durante i nostri mesi invernali (da dicembre e febbraio) gli australiani si godono l’estate, il che rende questa località un’eccellente opzione di vacanza per fuggire dal freddo.

Essendo che circa un terzo dell’Australia si trova sopra la linea del tropico dal Capricorno, il clima varia anche a seconda dell’area del Paese in cui ci si trova:

  • La zona nord gode di un clima tropicale, temperature miti e relativamente stabili durante tutto il corso dell’anno. Si possono individuare due stagioni: una secca e una umida. La prima, tra maggio e ottobre, presenta temperature che si aggirano intorno ai 30-40 °C, precipitazioni quasi assenti e un tasso di umidità molto basso. La seconda, invece, ricompresa tra novembre e maggio, è la cosiddetta "stagione delle piogge" e si caratterizza per umidità e precipitazioni elevate.
  • La restante parte del Paese presenta un clima subtropicale, caratterizzato da inverni miti, con temperature e precitazioni simili all’autunno italiano, ed estati calde.

Per sintetizzare, si potrebbe dire che il periodo ideale per visitare l’area tropicale (tra cui, ad esempio, la Grande barriera corallina) è l’inverno australe, ovvero tra giugno e agosto; invece, per visitare il sud del Paese e la zona delle grandi città (quali Sydney, Adelaide e Melbourne) il periodo ideale è l’estate australe, ovvero tra dicembre e febbraio.

Le stagioni in Nuova Zelanda, così come in Australia, sono opposte a quelle dell’emisfero settentrionale:

  • Estate (da dicembre a febbraio) – Il vantaggio di viaggiare in Nuova Zelanda in questo periodo? Il clima ottimale, essendo questi i mesi più caldi. Le ore diurne sono più lunghe, specialmente al sud, il che è ottimo per esperire più avventure durante itinerari brevi.
  • Autunno (da marzo a maggio) – La stagione dei cambi di colore spettacolari, con vivaci marroni ruggine, rossi intensi e foglie dorate. Il clima è leggermente più fresco, ma stabile, con mattine caratterizzate da una brezza piacevole e splendide giornate dal cielo blu limpido.
  • Inverno (da giugno ad agosto) – Il clima invernale è piuttosto mite, eccezion fatta per le zone montuose. È il periodo ideale per passeggiare circondati della maestosità delle montagne innevate, che regalano paesaggi mozzafiato.
  • Primavera (da settembre a novembre) – È il periodo in cui si risveglia la natura: i fiori sbocciano inondando i paesaggi con profumi e colori irresistibili, i giardini e i parchi si trasformano in angoli di paradiso.

In linea generale, il periodo migliore per visitare la Nuova Zelanda è indubbiamente quello ricompreso tra l’estate e l’autunno locali, ovvero quando in Italia è inverno o primavera (una dolce fuga dal freddo invernale è sempre un’ottima idea, no?). È il periodo più stabile, più soleggiato e tendenzialmente più mite; le temperature risultano assai piacevoli, anche durante il giorno, senza lo straziante e insostenibile caldo eccessivo cui siamo abituati nella nostra terra natia.

Cosa vedere in Australia e Nuova Zelanda

Considerando la vastità del territorio, ci sono moltissimi posti che vale la pena visitare in Australia. Ecco alcuni tra i più emblematici del Paese:

Blue Mountains

Questo parco, situato a solo un’ora di auto da Sydney, prende il nome dalle microscopiche gocce di olio che cadono dagli eucalipti della foresta e che, rifrangendo la luce solore, creano una caratteristica nebbia blu.

Il parco è circondato da 26 villaggi, dove è possibile fermarsi per gustare un ottimo pasto locale o per vedere all’opera gli artigiani del luogo. Il punto di vista privilegiato del parco sono le cascate Govett e l’Echo Point, da dove è possibile ammirare i famosi pilastri denominati Three Sisters (“Tre Sorelle”).

Sydney Opera House

Questo progetto è stato scelto tra i 233 candidati della competizione internazionale indetta per decretare come l’edificio in questione dovesse effettivamente risultare: il suo design è diventato un punto di riferimento architettonico per la città di Sydney.

L’edificio è diventato non solo un simbolo della città, ma anche il centro culturale per eccellenza, in cui convergono le migliori produzioni di danza, opera e teatro della città. Dal design originale che ricorda le vele di una nave, l’Opera House si trova sul lungomare, da dove è possibile vedere i grandi traghetti che approdano al porto. Se volete vivere un’esperienza indimenticabile, il ristorante Bennelog si trova in uno dei punti più spettacolari del teatro e offre un magnifico menù che si distingue per i sapori eleganti e per la vista privilegiata sul porto.

La Grande barriera corallina australiana

Gli australiani affermano che questa dovrebbe essere decretata l’ottava meraviglia del mondo: come dar loro torto! Con un’estensione di quasi 2.000 chilometri, è l’unico organismo vivente che può essere osservato dallo spazio. La Grande barriera corallina è l’insieme di all’incirca 2.900 piccole scogliere che ospitano numerose specie di coralli, pesci e molluschi. In questa zona è possibile fare snorkeling, immersioni, nuotare o fare un’escursione in un semisottomarino.


La Nuova Zelanda è una destinazione da sogno, un luogo da visitare almeno una volta nella vita. Ecco alcuni tra i luoghi in cima alla lista della tappe imperdibili:

Glacier Country

Glacier Country si trova tra la natura selvaggia della costa occidentale dell’isola meridionale e la sua punta di diamante è il Westland National Park. Nel parco avrete la possibilità di vedere i due ghiacciai più spettacolari del Paese: Fox e Franz Josef. Quest’ultimo è uno dei ghiacciai più accessibili del pianeta, il che significa che è effettivamente possibile raggiungerlo camminando e persino attraversare la valle del ghiacciaio stesso.

Fiordland National Park

Il Fiordland National Park, situato nell’angolo sud-ovest dell’Isola del sud, è il più grande parco nazionale neozelandese, con i suoi 12.500 chilometri quadrati di vegetazione incontaminata. Dal 1990 è inserito nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Un vero e proprio angolo di paradiso, attraversabile con alcuni dei percorsi trekking più celebri del Paese (quali il Milford, il Dusky, l’Hollyford Track e il Kepler): con l’aiuto di guide esperte, potrete addentrarvi nella natura più pura e intatta, tra ghiacciai, boschi, cascate, laghi, fiordi, alla scoperta di paesaggi infiniti a metà tra cielo e terra.

Rotorua

Rotoura, città situata sull’omonimo lago nell’Isola del nord, è celebre per la sua attività geotermica, con geyser e fanghi bollenti, e per la cultura maori. Se siete desiderosi di entrare in contatto con la natura selvaggia e preistorica di Aotearoa (il nome maori della Nuova Zelanda), questo è il posto che fa per voi.

Eventi annuali in Australia e Nuova Zelanda

L’Australia e la Nuova Zelanda sanno divertirsi durante tutto l’arco dell’anno; di seguito, sono presentati alcuni dei principali festival che coincidono con l’estate australiana e neozelandese e che sono i più rilevanti a livello nazionale.

Australia Day

Si celebra ogni 26 gennaio, data che è segnata come il giorno della "fondazione dell’Australia" con l’arrivo del Capitano Arthur Phillip e delle undici navi che trasportavano i detenuti del Galles. Durante questa ricorrenza, gli australiani si incontrano con le loro famiglie e i loro amici per festeggiare la grandezza del loro Paese. È l’occasione ideale per godersi l’atmosfera e gli spettacoli pirotecnici che si svolgono all’Opera House di Sydney.

Tropfest

È il più grande festival di cortometraggi al mondo. Le sue radici storiche risalgono al 1933, quando 200 persone si radunarono al Tropicana Caffe a Sydney per godersi una proiezione. Questo evento continua a svolgersi a Sydney ogni dicembre, ma su scala molto più ampia. I fan del cinema provenienti da tutta l’Australia vengono al Festival per vedere le proiezioni sul grande schermo all’aperto. Inoltre, questo evento è anche trasmesso dalla televisione nazionale per far sì che possa divenire un piacere per tutti.

Waitangi Day

È la festa nazionale della Nuova Zelanda, che si celebra ogni anno il 6 febbraio. In questa data si commemora la firma del Trattato di Waitangi del lontano 1840, da alcuni considerato il documento fondante la Nuova Zelanda, siglato dai rappresentanti della Corona Inglese e da cinquecento Maori.

Matariki

Ogni anno a giugno, tutte le regioni della Nuova Zelanda si riuniscono per la celebrare il Matariki, alias il capodanno Maori, con oltre 100 eventi in corso in tutto il Paese. Da attività con danze haka a mostre d’arte, da eventi musicali a spettacoli di luci e molto altro: un festival imperdibile che celebra le persone, la cultura, la lingua, la spiritualità e le storia della Nuova Zelanda.

Balloons over Waikato

È il principale festival della mongolfiera della Nuova Zelanda. Organizzato ogni anno a Hamilton, questo evento iconico di cinque giorni attira amanti dei palloni aerostatici da tutto il mondo: oltre 130.000 spettatori si godono l’incredibile spettacolo magico di diverse mongolfiere che si elevano verso il cielo infinito, dalle 7 del mattino fino alla serata conclusiva, la Zuru Nightglow, durante la quale i palloncini si illuminano e sono accompagnati da musica d’orchestra, insieme al miglior spettacolo pirotecnico della città, il Waitomo Fireworks Extravaganza.

Christchurch Garden Festival

Presso la meravigliosa città di Christchurch, a febbraio, si tiene questo festival, inno alla creatività, all’innovazione e all’amore per la natura, i giardini e la vita all’aperto. L’obiettivo dell’evento è di stimolare la riflessione sulla resilienza alimentare, sull’acqua e su un’alimentazione sana, ispirando le comunità attraverso la condivisione di conoscenze e l’esplorazione di associazioni culturali.

Australasia - Destinazioni

Australasia - Porti più visitati

Australasia - Linee di crociera

Compagnia pluripremiata

Contatta uno dei nostri esperti

06 9480 5162